logo head
testatinanewsletter

28 Fondazioni coinvolte e quasi 300 eventi culturali organizzati.

Più di 200 i luoghi che hanno aderito a La Notte Rossa 2015 organizzando: 51 presentazioni di libri, 23 proiezioni di documentari e film, 12 rappresentazioni teatrali e 15 mostre di quadri e fotografie.

Questi i numeri della terza edizione de La Notte Rossa, che ha visto sale piene e il riconoscimento culturale da parte di associazioni nazionali e locali e cittadinanza.

Un successo confermato che fa de La Notte Rossa un appuntamento atteso ed importante, per quanti vogliono dedicare un fine settimana all'approfondimento culturale. Esigenza evidentemente sentita in molti territori del nostro Paese, visto il raddoppio delle località aderenti alla nostra manifestazione rispetto lo scorso anno.

Attività e i risultati conseguiti testimoniano la volontà di procedere lungo questo cammino, per offrire a tutti uno spazio di riflessione culturale all'interno di Case, Circoli Culturali e Operai.

Uno spazio apprezzato, partecipato e sin da ora aperto a quanti vorranno proporre idee e suggerimenti per l'appuntamento del 2016.


16, 17 e 18 ottobre, tra Popoli e Diritti

Nata in Emilia Romagna tre anni fa, La Notte Rossa è ormai una manifestazione nazionale, che conta sempre più adesioni: 16 le provincie coinvolte nel 2014, 28 quelle attive nel 2015. E non è più solo prerogativa di Case del Popolo e Circoli: quest'anno numerose associazioni, bar e mercati popolari ospitano delle iniziative nei propri spazi, allargando quindi le realtà che si sentono coinvolte nello spirito de La Notte Rossa.

Come sempre ogni luogo può organizzare e ideare autonomamente la propria partecipazione. Un'adesione libera e spontanea che ha visto crescere il numero dei comitati locali e delle associazioni che si sono accostate all'iniziativa. ARCI, ANPI, LIBERA, CEFA, AMNESTY INTERNATIONAL, EMERGENCY, UNICEF, LEGACOOP e numerose altre organizzazioni locali, partecipano nei diversi territori.

Nel Manifesto della tre giorni è esplicito lo scopo dell'iniziativa: valorizzare, far conoscere e rilanciare quegli immobili, Case del Popolo e Circoli in primis, costruiti con ore di lavoro volontario, sorti spontaneamente nella penisola per dare uno spazio di ritrovo a lavoratori e cittadini e mantenuti negli anni grazie ai tanti che gratuitamente li gestiscono. Luoghi che oggi tornano a essere, nuovamente, spazi in cui confrontarsi rinforzando il legame con la realtà circostante. L'allargamento dei luoghi interessati a partecipare quest'anno, sia per numero sia per tipologia, ci fa quindi pensare di aver intrapreso il giusto cammino: La Notte Rossa è diventata in 3 anni un catalizzatore di interesse per chi si riconosce nella necessità di aggregazione e di confronto, per quella che già lo scorso anno avevamo chiamato una “fame di Cultura Democratica”.

Un appetito che si traduce in numerose iniziative, spesso anche molto diverse tra loro, pur mantenendo un'attenzione particolare per alcuni temi: Memoria, ricordando il 70° della Liberazione e il 100° dello scoppio della Prima Guerra Mondiale e attualità, concentrandosi soprattutto sul tema dell'integrazione e del multiculturalismo. Senza dimenticare, naturalmente, le radici, celebrando figure storiche, locali e nazionali.
Molti anche gli eventi ludici e di convivialità che si mischiano alle presentazioni di libri o alla proiezione di documentari e film di impegno civile.

Da sottolineare la collaborazione, in alcuni territori, con musei e collezioni private, che apriranno le proprie porte, gratuitamente, durante La Notte Rossa. Questi luoghi, come le Case e i Circoli, sono il risultato dell'appassionato lavoro di tanti che, con volontariato ideativo, hanno costruito e gestito realtà che sono diventate isole di bellezza, cultura e sapere. Luoghi che si sono proposti il miglioramento della qualità della vita, che non si misura soltanto con indici economici ma anche con valori solidali e costruttivi per i singoli e la collettività. Musei e Case del Popolo sono quindi centri culturali, diversi per impostazioni e per contenuti, ma simili per finalità; custodi di importanti pezzi della nostra storia e della nostra cultura.

Un programma vario, dunque, come da tradizione, che da qualche anno ormai fa de La Notte Rossa un appuntamento adatto a tutti, che avvicina generazioni diverse e fa nascere collaborazioni e legami che si fortificano di anno in anno.

Buona Notte Rossa a tutti!

logoberlinguersmallFondazione 2007 – Centro Studi sulla politica | Fondazione Abruzzo Riforme | Fondazione Alessandro Natta | Fondazione Andrea Mascagni | Fondazione Antonio De Maria | Fondazione Antonio Taramelli | Fondazione Ariella Farneti | Fondazione Arta | Associazione Culturale La Quercia di Arezzo | Associazione Culturale La Quercia di Grosseto | Circolo Operaio di Magrè | Fondazione Basilicata Futuro | Fondazione Bella Ciao | Fondazione Biella Domani | Fondazione Bruno Ferraris | Fondazione Canavese Democratico | Fondazione Centofiori | Fondazione Ciceri-Losi | Fondazione Città Futura | Fondazione Cremona Democratica | Fondazione Diesse | Fondazione DS | Fondazione Duemila | Fondazione Elio Quercioli | Fondazione Enrico Berlinguer | Fondazione Berlinguer | Fondazione Gerardo Chiaromonte | Fondazione Giulio Dolchi | Fondazione Giuseppe Belli | Fondazione Gritti Minetti | Fondazione Gualtiero Sarti | Fondazione Isonzo | Fondazione L’Approdo | Fondazione L’Arca | Fondazione La Quercia Pisana | Fondazione La Rosa Apuana | Fondazione Le radici della sinistra | Fondazione Luigi Longo | Fondazione Mauro Nordera Busetto | Fondazione Medicina Democratica | Fondazione Modena 2007 | Fondazione Novarese Democratici di Sinistra | Fondazione Nuova Società | Fondazione Piacenza Futura | Fondazione Pietro Conti | Fondazione Politica per Imola | Fondazione Prato Europa Futuro | Fondazione Primo Maggio | Fondazione Reggio Tricolore | Fondazione Riformismo nel Friuli Venezia Giulia | Fondazione Rimini Democratica per la Sinistra | Fondazione Rinascita di Vercelli | Fondazione Rinascita 2007 di Venezia | Fondazione Sinistra Trentina | Fondazione Società Bellunese | Fondazione Tommaso Sicolo | Fondazione Treviso 2000 | Fondazione Valmi Puntin | Fondazione Vittorio Foa | Fondazione XXV Aprile


Partecipano localmente i comitati di
AMNESTY INTERNATIONAL
ANPI
ARCI
CEFA
EMERGENCY
LEGACOOP
LIBERA
UNICEF
Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Se accedi ad un qualunque elemento di questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, Leggi Informativa o per dichiarare la corretta comprensione e di accettare click su Accetto.